Chi sceglie di pernottare al B&B “AL CASTELLO” di Castelcivita (SA) avrà la possibilità di vivere un’esperienza davvero unica tra le mura di una struttura ricca di storia, nel cuore del centro storico del paese, in cui ancora coesistono lo stile e l’atmosfera del passato, tutto accompagnato da un ricco programma di cose da scoprire e visitare… Il centro storico di Castelcivita è caratterizzato per la maggior parte da scale e viuzze che si intersecano tra di loro formando un vero e proprio labirinto, lungo tutto il percorso si trovano portali, archi, Chiese e piazzette per poi giungere al punto più alto del paese dove si erge la “Torre Angioina”, fortezza militare risalente al XIII secolo d.C., che oggi ospita il “Museo sulla Civiltà Contadina”. La passeggiata di sicuro sarà ricca di spunti per foto originali e si potranno visitare: la “Chiesa di San Nicola di Bari”, la “Chiesa di San Cono”, la “Chiesa e Convento di Sant’Antonio da Padova” ed il “Monastero di Santa Sofia” con la possibilità, inoltre, di incontrare e conoscere la gente del luogo, fiera ed orgogliosa di parlare delle proprie tradizioni e di momenti che fanno parte dell’identità della comunità castelcivitese. Castelcivita, inoltre, è uno dei pochi paesi della vallata del Calore che ancora conserva e coltiva diverse tradizioni religiose: la processione della Stella Cometa con il Bambino Gesù nella Santa Notte del Natale e la sera dell’Epifania, l’allestimento di altarini e cappelle realizzate con lenzuola ricamate a mano, coperte all’uncinetto e fiori di ginestra per la processione del Corpus Domini, l’allestimento dell’Altare della Deposizione per il giovedì della settimana santa realizzato interamente con vasi dove sono stati seminati il grano o le vecce, la Processione di Gesù Morto del venerdì santo, il cui inizio è annunziato con l’ausilio di un antico strumento chiamato “zerra” che riproduce il rumore dei tuoni e dei lampi che squarciarono il cielo quando Cristo spirò sulla Croce.    

(segue alla pagina successiva) >>